Durante la scorsa settimana abbiamo avuto due visitatori qui alla Casa Generalizia. Sono Rafael Rodrigues e Matheus Gonsalves (sinistra e destra in foto) — novizi dal Brasile. In questo articolo scrivono della loro esperienza di visitare Roma per la prima volta:

__________

Mi chiamo Matheus Augusto S. Gonsalves. Essere in Italia, soprattutto a Roma, la città eterna, è la realizzazione di un grande sogno che sto vivendo, è anche la prima volta che lascio il Brasile. È senza dubbio un’esperienza che porterò con me per il resto della mia vita. In questi primi giorni Rafael ed io siamo stati presso la Casa generalizia, siamo stati accolti e stiamo avendo l’opportunità di incontrare i sacerdoti, vivere la fraternità e visitare la meravigliosa città, così ricca di cultura.

Presto saremo in viaggio per Pinerolo, per il noviziato, che abbiamo tanto pregato potesse accadere. Questa nuova tappa è importante, soprattutto perché è così vicina alle radici della Congregazione e al nostro padre fondatore, padre Lanteri.

Contiamo sulla preghiera di tutti in questo anno di profonda esperienza. Quel ven. Pio Bruno Lanteri con la nostra amata Madre, la Vergine Maria, guardare continuamente da tutti noi.

__________

Sono Rafael Rodrigues, brasiliano e ho 32 anni. Sono in Europa per la prima volta e per un’occasione così speciale, cioè per iniziare questo periodo particolare di formazione che è il noviziato. Un periodo in cui dovrò approfondire la conoscenza della vocazione divina propria dell’Istituto, sperimentarne il modo di vivere e lasciarmi formare, mente e cuore, secondo il suo stesso spirito.

Per grazia divina, questo periodo è avvenuto, per noi brasiliani, a Pinerolo, accanto alla tomba del nostro Fondatore. Dobbiamo però restare a Roma qualche giorno per via dei documenti.

Questo ci ha dato l’opportunità di conoscere un po’ la Città Eterna e di visitare la tomba dell’Apostolo San Pietro, ci ha accompagnato Padre John Wykes. Ho pregato per tutta la nostra Congregazione e ho pregato il Sommo Pontefice che Dio lo confermasse nel governo della Chiesa.

Anche la visita alla Chiesa di Gesù e la preghiera davanti alla tomba di Sant’Ignazio è stato un altro momento indimenticabile, lui e gli esercizi spirituali sono un dono inestimabile per la Chiesa.

Per concludere, non posso non citare il soggiorno presso la Casa Generalizia. È stato bello incontrare tanti sacerdoti e di diverse nazionalità e, soprattutto, testimoniare il clima di fraternità, preghiera e gioia che vi si respira, nonostante le tante responsabilità che esistono in una casa che comprende la sede amministrativa della nostra Famiglia religiosa.

Sono stati giorni fantastici! Credo che l’esperienza estetica vissuta a Roma, con tutta la sua storia e bellezza, abbia infuso e confermato nel mio cuore la forza e la bellezza della Verità della Fede Cattolica!

Per favore, prega per noi! Preghiamo per te!